Giubiera 2019



Articolo di Claudio Bottagisi: LINK

La Giubiera


Programma 2019

Gennaio
31 - LA GIUBIERA: tradizionale festa popolare
“per scacciare l’inverno”

Febbraio
23 LETTURE MANZONIANE: Il paesaggio, silente protagonista dei “Promessi Sposi”
Relatrice: Dott.ssa Alberta Chiesa

Marzo
30 - I GRANDI MUSICISTI OSPITI DEL LAGO
Gruppo Culturale Artistico Vincenzo Bellini Moltrasio
Relatrice: Svetlana Zykova

Aprile
13 LEGGERE LEONARDO: La scrittura di Leonardo da Vinci. Interpretazione e trasposizione in lingua attuale di
 pagine leonardesche aventi per argomento il nostro territorio. Relatore: Raouf Gharbia, artista grafico

25 maggio al 2 giugno – Mostra:
A BELLANO SI CAMBIA!
Bellano e i trasporti pubblici nel corso del tempo

Settembre
28 – OMAN: sulle orme di Sindbad, il marinaio, fra deserto e castelli fortificati
Immagini e testimonianze di viaggio di Pupa ed Enrico Besta

Ottobre
26 – Il Lago di Como nell'antichità: nuovi dati da ricerche archeologiche sulle sponde del Lario.
Relatrice: Dott.ssa Marina Uboldi - Conservatrice del Civico Museo Archeologico di Como

Novembre
16 o 23 ETHIOPIA: viaggio nella terra infuocata della Dancalia, cuore pulsante del nostro pianeta
Relatore:Geologo Aldo Bariffi
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                             
30 - CENA SOCIALE REGIONALE: “Cucina tipica emiliana”

Conferenza: Spina (FE), una vivace città etrusca alla foce del Po

Posto alle foci del Po nell’attuale provincia di Ferrara, famoso per la sua ricchezza fin dall’antichità, l’abitato di Spina si sviluppò tra il VI e gli inizi del III sec a.c. per poi decadere velocemente per cause ancora incerte. Le evidenze archeologiche restituiscono l’immagine di un centro fiorente e straordinariamente vivace, che intratteneva rapporti commerciali con l’entroterra, l’Etruria, la Grecia.

Ci si propone di offrire un inquadramento generale di uno dei siti più importanti dell’“Etruria Padana” e di offrire alcuni spunti per conoscerlo o approfondirne la conoscenza.

Cecilia Stoppani
 

Da Shanghai a Canton


Presentazione del libro: Origine del Lago di Como e degli altri Laghi prealpini e della Pianura Padana.

Varenna, Villa Cipressi Sala del Pergolato



Partendo dalla sinistra: Gianpaolo Brembilla presidente dell'Associazione Scanagatta, Salvo Bordonaro geologo, Mauro Manzoni sindaco del comune di Varenna, Giancarlo Colombo curatore dell'editing del libro.


Alla sinistra il geologo Fulvio Baraldi


uno veduta dalla sala del pergolato di Villa Cipressi.

Presentazione del libro "L'Origine del lago di Como, degli altri Laghi Prealpini e della Pianura Padana".

 
Già da qualche decennio è stato appurato che i nostri grandi laghi prealpini, diversamente da quanto veniva insegnato fin dalla fine dell’800, non sono stati scavati dai ghiacciai, bensì da fiumi che scorrevano prima delle glaciazioni e nei periodi caldi tra le stesse. Ma scoprire che le celeberrime “valli glaciali a U" in realtà non esistono, o che il cosiddetto anfiteatro morenico della Brianza non è affatto formato da morene, oltre ai curiosi di geologia lascerà spiazzato anche più di un addetto ai lavori. Sono solo alcune delle affermazioni, documentate in modo scientificamente ineccepibile, che rendono affascinante la lettura di un volume edito in questi giorni dall’associazione culturale “Luigi Scanagatta” di Varenna: “L’origine del Lago di Como, degli altri laghi prealpini e della Pianura Padana”, opera di un eminente geologo scomparso nel novembre 2016 a Mandello, il prof. Gian Clemente Parea, già docente all’Università di Modena e socio della “Scanagatta”, che nel testo ha riassunto tutta una serie di considerazioni maturate durante una lunga e intensa vita di studi. Rivolto anche ai non specialisti e corredato di un glossario di termini tecnici, il libro – il cui editing è stato curato da Giancarlo Colombo – prende spunto da una semplice quanto intrigante constatazione: tutti i grandi bacini lacustri del nord Italia sono contenuti in un’unica ristretta area ai piedi della catena alpina, situazione da cui l’autore muove per indagare sulle modalità della loro formazione giungendo a conclusioni sorprendentemente innovative nei confronti dell’establishment geologico.
 
Chi fosse interessato all’acquisto del volume, 17x24cm pag. 287, in vendita al prezzo di 25 Euro, può contattare l’associazione al recapito E-mail ass.scanagatta@tin.it . www.associazionescanagatta.it