Volume storia ex Statale 36

Un volume di fresca pubblicazione completa lo straordinario poker di libri dedicato nel corso degli anni dall’associazione culturale Scanagatta di Varenna alla storia dei trasporti sul nostro territorio. La trattazione si era aperta con “Breva e Tivano motori naturali” e “Sulla scia del Vapur”, aventi per argomento le antiche imbarcazioni lariane a vela e i piroscafi che più tardi hanno solcato le acque del nostro lago; dalle onde si era trasferita sulla terra con “Carbone bianco”, dedicato alle ferrovie locali; e in questi giorni si conclude con “La strada stretta tra monti e lago”, a cura di Gianpaolo Brembilla e Marco Denti (252 pagine, 355 illustrazioni, prezzo 30 €), resoconto della laboriosa e ardita realizzazione della via da Lecco a Colico, nata nei primi decenni dell’800 come strada militare austriaca (progettata però da lombardi) e a lungo identificatasi con la ex Statale 36. Se l’approfondimento tecnico e storico è inappuntabile e la veste tipografica elegante, due standard ai quali l’editoria della Scanagatta ci ha da sempre abituati, quest’opera sarà ancor più apprezzata dai bibliofili per essere particolarmente impreziosita da una ricchissima iconografia, che riproduce un gran numero di stampe e dipinti d’epoca.

Mostra a Bellano dal 25 maggio al 2 giugno


Leggere leonardo

Non tutti sanno che in alcuni fogli del Codice Atlantico Leonardo da Vinci nomina Como, Lecco, Mandello, Bellagio e altre località del Lario, soffermandosi sulle Grigne, la Valsassina, la Valtellina, la Val Chiavenna; per quanto ci è noto si tratta anzi del testo più lungo che l’autore abbia mai dedicato a un determinato territorio. In vari anni di ricerca e sperimentazione l’artista grafico Raouf Gharbia, tunisino di nascita e lecchese d’adozione, ha elaborato un insieme di artifici grazie ai quali ci regala l’affascinante sorpresa di poter leggere quei vivacissimi appunti con i nostri occhi: un modo insospettato e affascinante di celebrare la ricorrenza del quinto centenario dalla morte di Leonardo. La proiezione delle immagini è accompagnata da annotazioni di carattere naturalistico, geografico e storico curate da Giancarlo Colombo.

I grandi musicisti ospiti del Lago

L'Associazione Culturale L. Scanagatta di Varenna propone, sabato 30 Marzo a Varenna, Via dell'Arco, alle ore 21,00 una interessante conferenza dal titolo “I grandi musicisti ospiti del Lago”

La serata prende spunto dalla ricerca effettuata nel 2018 dal Gruppo Culturale Artistico Vincenzo Bellini di Moltrasio e concretizzatasi in un volumetto, edito nel medesimo anno, dove sono raccolte le informazioni riguardanti le numerose presenze di illustri musicisti,compositori, esecutori, danzatori degli ultimi quattro secoli.

Pur essendo nota l'importanza del Lago di Como - che da secoli rappresenta una meta privilegiata per gli artisti, per le bellezze paesaggistiche e per l'atmosfera che vi si respira, capace di ispirare opere immortali - tuttavia è sorprendente quanto numerose siano state tali presenze.

Nel corso della serata gli ospiti di riguardo saranno proprio i grandi della musica e della danza, le motivazioni delle loro presenze sul Lario, il legame davvero unico instaurato con le località lacustri, le composizioni effettuate in loco, gli incontri con altri grandi e anche alcuni interessanti aneddoti. Non informazioni biografiche conosciute, ma particolari meno noti dei loro soggiorni sul Lario.

Si tratta di occasioni uniche nella storia, che il nostro Lago conserva gelosamente. Solo per citare alcuni grandi, fra una scelta di 55 effettuata nel volume suddetto: Bellini, Brahms, Donizetti, Giordano, Glinka, Leoncavallo, Liszt, Wagner, Verdi, Taglioni, Paganini, Rossini, Rachmaninov, Mendelssohn, Pasta, Ponchielli etc….

Dunque un tour fra le località che li hanno ospitati, un ricordo deferente e anche un po' scanzonato del rapporto fra il Lario e i grandi, illustri ospiti.

Relatori saranno Svetlana Zykova De Marchi che ha effettuato la ricerca e Claudio Castoldi che ha supervisionato la redazione dei testi per il volume.
 
 

Corso di Yoga


M'illuminodimeno 2019

Edizione 2019



Letture manzoniane